Ravenna Dante

Salta ai contenuti
Ravenna Dante
 
Sei in: Home » D.A.N.T.E » Il progetto

Il progetto

 

Attraverso il sito web Dante, Diritto d'asilo nella terra europea, il Comune di Ravenna vuole mettere a disposizione una finestra informativa sul mondo dell'asilo politico. In particolare si vuole porre l'accento su quegli aspetti storici e culturali che fan sì che Ravenna possa definirsi "città dell'accoglienza", vocazione che affonda le proprie radici nella figura di esule che fu Dante Alighieri, accolto in città negli ultimi anni della sua vita.

Dante Alighieri, esule

Ravenna fa parte del Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati (Sprar) dal 2001, anno della sua nascita, quando ancora si chiamava Piano Nazionale Asilo (PNA). Lo Sprar è un’iniziativa nazionale che ha come obiettivo l’accoglienza, la tutela, e l'integrazione dei richiedenti asilo politico, dei rifugiati politici e dei titolari di protezione sussidiaria. Gestito dall'Anci, lo Sprar si avvale del Fondo nazionale per le politiche e i servizi dell'asilo messo a disposizione dal Ministero dell'Interno. Partito con circa 50 progetti locali al 2011 lo Sprar può contare in 128 amministrazioni coinvolte per 3000 posti.

Dal 2011 il Comune di Ravenna, in collaborazione con la cooperativa Persone in movimento , garantisce l'accoglienza a oltre 70 persone, uomini, donne e nuclei familiari, appartenenti alla cosiddetta categoria ordinaria, che dispongono di alloggi-appartamento condivisi con altri ospiti e a cui vengono garantiti vitto e contributi per spese personali, spese mediche e per il trasporto, assistenza sanitaria, orientamento al territorio e ai suoi servizi, accompagnamenti, consulenza legale, psicologica, mediazione culturale, corsi di alfabetizzazione, percorsi individualizzati finalizzati all'inserimento scolastico, formativo, lavorativo, ad attività legate al tempo libero e alla ricerca di un alloggio di autonomia.

Questo tipo di accoglienza non può prescindere dal considerare ciascun beneficiario nella sua complessità ed unicità: portatore di un vissuto personale, di competenze e risorse, fragilità e punti di forza. Il beneficiario, quindi, diventa protagonista attivo del proprio percorso di autonomia e l’intervento e il risultato di una condivisione e una co-progettazione tra operatore e beneficiario stesso.

Nel perseguimento di tali finalità il progetto Sprar di Ravenna pone molta attenzione alla costruzione di modalità di gestione e organizzazione funzionale ed efficace degli interventi che siano il risultato di una condivisione tra ente gestore (Comune) ed ente attuatore (Cooperativa) nelle rispettive funzioni e specificità. Particolare cura inoltre viene prestata alla costruzione e rafforzamento della rete territoriale, alla promozione del progetto e alla sensibilizzazione rispetto al tema dell’asilo e della migrazione cosiddetta “forzata”. Tutto questo nell'ambito di una quotidiana formazione e aggiornamento degli operatori rispetto alla legislazione, al lavoro mirato all'accoglienza e all'integrazione, oltre che al confronto con la rete regionale e nazionale che lavora sull'asilo.

parole-chiave-SPRAR

Il progetto Sprar di Ravenna viene gestito nelle sue fasi attraverso l’interazione a vari livelli di diversi soggetti, quali referenti istituzionali, personale amministrativo, referenti della rendicontazione,coordinatore, operatori, consulenti legali, psicologi, mediatori culturali, insegnanti. Il personale coinvolto è interno all'ente locale o alla cooperativa sociale o esterno. La gestione quotidiana del lavoro di accoglienza integrata dei beneficiari è strutturata in aree di intervento: area accoglienza, area integrazione e tempo libero, area psicologica, area legale.

Punto d'ascolto

Via Grado 36/38, martedì/giovedì ore 10-12. Telefono 0544/420753.

E' rivolto ai richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale del progetto Sprar e progetto di prima accoglienza e anche ai richiedenti asilo e titolari di protezione presenti sul territorio.Offre servizio d'ascolto, di orientamento e informazione sulle modalità d'accesso nei progetti di accoglienza.

e-mail: ravennasprar.ord@comune.ra.it

info@personeinmovimento.it

Area Legale

Via Oriani 44, lunedì/mercoledì ore 14.00-17.00. Telefono 0544/485313.

Lo sportello dell'area legale è rivolto ai richiedenti asilo e titolari di protezione internazionale del progetto Sprar e progetto di prima accoglienza e anche ai richiedenti asilo e titolari di protezione presenti sul territorio.Offre attività di orientamento e servizio legale. Per le persone in carico ai progetti si occupa anche della preparazione dei richiedenti asilo per l'audizione presso la Commissione Territoriale per il riconoscimento della protezione internazionale.

AGENDA EVENTI

‹‹ Novembre 2017 ››
L M M G V S D
   
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30