Ravenna Dante

Salta ai contenuti
Ravenna Dante
 
Sei in: Home » Notizie » EUROSTAT, NEL 3° TRIMESTRE DEL 2014 OLTRE 177MILA RICHIESTE D'ASILO NELL'UNIONE EUROPEA (18MILA IN ITALIA)

EUROSTAT, NEL 3° TRIMESTRE DEL 2014 OLTRE 177MILA RICHIESTE D'ASILO NELL'UNIONE EUROPEA (18MILA IN ITALIA)

Resi noti da EUROSTAT i dati riguardanti le richieste d’asilo nel 3° trimestre del 2014: il numero di richiedenti asilo è aumentato di quasi il 50% rispetto allo stesso trimestre dell'anno precedente. Nel complesso, il numero di persone in cerca di asilo nell'UE nel terzo trimestre del 2014 ha raggiunto 177000, 57800 in più rispetto allo stesso trimestre del 2013. Nel 3° trimestre del 2014, l’Italia ha avuto 18.045 richieste d’asilo, un dato molto superiore (+129%) alle richieste registrate nello stesso primo semestre 2013.

Da dove vengono?- Cittadini di 146 paesi hanno chiesto asilo in Europa nel terzo trimestre del 2014. Siriani, eritrei e afgani sono stati i tre gruppi più numerosi di richiedenti asilo, rispettivamente con 40500, 15100 e 10500 domande.

Principali Paesi di destinazione- Germania, Svezia, Italia, Francia e Regno Unito hanno riportato il maggior numero di richiedenti asilo nel terzo trimestre del 2014 (rispettivamente: 56100, 28200, 18000, 14700 e 8900 richieste). Questi 5 Stati membri riuniscono oltre il 70% di tutti i candidati nell'UE dei 28.

Diversi paesi – che in precedenza avevano un basso numero di richieste- hanno visto aumentare in modo significativo nel corso del terzo trimestre del 2014 il loro numero di richiedenti asilo. Ad esempio, in Danimarca (7 100) il numero di richiedenti asilo è quadruplicato, mentre in Ungheria (8700), Paesi Bassi (7900) e Austria (7800) i richiedenti asilo sono quasi raddoppiati nel terzo trimestre del 2014, rispetto allo stesso trimestre del 2013.

Decisioni sulle domande di asilo - Nel corso del terzo trimestre del 2014 da parte delle autorità nazionali degli Stati membri dell'Unione europea sono state prese 85700 decisioni di prima istanza. Il 48% dei cittadini che ha fatto richiesta di asilo ha avuto una forma di protezione.

Germania, Francia, Svezia, Italia, Regno Unito e Paesi Bassi hanno preso il maggior numero di decisioni di prima istanza nel terzo trimestre del 2014: rispettivamente 20700, 16200, 9800, 9400, 8100 e 5500.

La maggior parte delle decisioni sono state prese per siriani (17400), eritrei (5000) afghani (4700), pakistani (3700), serbi (3500) e albanesi (3300). I Siriani hanno ricevuto di gran lunga il maggior numero di status di protezione nell'UE (16300), seguiti da eritrei (4 600) e afghani (3 200).

ITALIA - 3° TRIMESTRE - Nel 3° trimestre del 2014, l’Italia ha avuto 18.045 richieste d’asilo, un dato molto superiore (+129%) alle richieste registrate nello stesso primo semestre 2013 (4.670).

Sono state prese 9.405 decisioni (dato che include decisioni su casi pendenti): 5.500 persone hanno avuto una forma di protezione, pari al 58%: (885 lo status di rifugiato: il 9%; 2000 la protezione sussidiaria: il 21%; 2615 un permesso per motivi umanitari: il 28%); 3.905 richiedenti asilo hanno ottenuto il diniego: il 42%.

I gruppi più numerosi di richiedenti asilo che hanno cercato protezione nel nostro paese provengono da: Nigeria (3055, il 17%), Mali (2.955, il 16%), Gambia (2315, il 13%), Pakistan (2000, l’11%) e Bangladesh (1625, il 9%).

I richiedenti asilo sono mediamente molto giovani, in un età compresa tra i 18 e i 34 anni (oltre l’84% del totale); sono in stragarande maggiornanza di sesso maschile. i minori sono il 6,7%.

Tra chi ha ottenuto lo status di rifugiato: al primo posto: cittadini di Eritrea (240), Pakistan (110) e Afghanistan (70); tra chi ha ottenuto la protezione sussidiaria: primi gli Afghani (590); i Somali (335) e i Pakistani (255); tra chi ha ottenuto un permesso per motivi umanitari: primi i cittadini provenienti da Mali (470), Nigeria (425) e Gambia (325). Tra i gruppi con il più alto numero di dinieghi coloro che provengono da: Nigeria (765), Mali (650) e Gambia (600).

Rapporto completo su: http://ec.europa.eu/eurostat/documents/4168041/6404399/KS-QA-14-015-EN-N.pdf/d46331bd-29aa-4fe7-9bb6-fc0a37bce9e1

Rapporto completo su: http://ec.europa.eu/eurostat/documents/4168041/6404399/KS-QA-14-015-EN-N.pdf/d46331bd-29aa-4fe7-9bb6-fc0a37bce9e1

ITALIA - BILANCIO PRIMI NOVE MESI DEL 2014 - Nei primi 9 mesi del 2014, l’Italia ha avuto complessivamente 43.130 richieste d’asilo, un dato molto superiore allo stesso periodo del 2013 (18.780: +129,6%).

Sono state prese 25.435 decisioni (dato che include decisioni su casi pendenti degli anni precedenti), in aumento del 30,9 % rispetto alle decisioni prese nello stesso periodo del 2013 (pari a 19.420). 15.420 persone hanno avuto una forma di protezione: (2975 lo status di rifugiato, 5.595 la protezione sussidiaria e 6.850 un permesso per motivi umanitari); 10.015 richiedenti asilo hanno ottenuto il diniego.

I gruppi più numerosi di richiedenti asilo che hanno cercato protezione nel nostro paese provengono da: Mali (7.640), Nigeria (6.965), Gambia (5705) e Pakistan (4970).

Tra chi ha ottenuto lo status di rifugiato: al primo posto i cittadini provenienti dall’Eritrea (730); tra chi ha ottenuto la protezione sussidiaria: primi gli Afghani (1515); ed i Somali (115); tra chi ha ottenuto un permesso per motivi umanitari: primi i cittadini provenienti dal Mali (1275). Tra i gruppi con il più alto numero di dinieghi coloro che provengono da: Nigeria (2010).

Leggi tutti i dati del 2014 sul sito:

http://www.cir-onlus.org/index.php?option=com_content&view=article&id=980&catid=22&lang=it

(a cura di Luca C. Zingoni)

AGENDA EVENTI

‹‹ Settembre 2020 ››
L M M G V S D
 
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30